CÓMO SALIR DEL BLOQUEO DEL PROGRESO?

In questo articolo mi riferisco soprattutto alle persone che si allenano da un podi tempo con i pesi, perché sarebbe prematuro e molto relativo fare un discorso del genere con chi è neofita o si allena a sentimento con schede fai da te.

Partendo dal presupposto che:

chi comincia ad allenarsi con i pesi e non ha mai praticato attività del genere prima d’ora, è avvantaggiata dal punto di vista di ricomposizione corporea nei primi mesi di allenamento (vale a dire che l’ introduzione di stimoli differenti dona, sul breve periodo, cambiamenti più incisivi);

La tecnica degli esercizi viene SEMPRE prima di tutto (quindi se ti stai allenando qualitativamente male non puoi sorprenderti dello stallo dei tuoi progressi);

Sommandolo al punto di cui sopra se ti alleni senza costanza avrai risultati altalenanti, con il rischio di perdere/ottenere a spot;

A livello alimentare se stai andando a caso, seguendo una dieta istintiva e senza idea del tuo equilibrio metabolico, stai rinunciando ad una bella fetta di progressi che arriverebbero se cominciassi a conteggiare e a trovare questo valore al fine di impostarne le variabili utili a raggiungere lo scopo;

Quindi dal momento che tutto ciò di cui sopra è VERITA’ e fino ad un certo punto ti ha portato a risultati che si traducono in miglioramento estetico, maggiore forza e resistenza con aumento progressivo dei carichi, può ad un certo punto presentarsi la condizione in cui tu non riesca più a evolvere in meglio.

Questo può succedere essenzialmente per un motivo:

STANCHEZZA CRONICA ED AUMENTO DEL CORTISOLO

Succede spesso infatti che durante le mie consulenze con le clienti, dopo un’attenta anamnesi e discussione per capire dove risiede il problema, venga fuori che si sentono cronicamente spossate, gonfie e malgrado il tanto allenamento e la corretta alimentazione abbiano un aspetto acquoso.

Rimodulando la frequenza e il volume di allenamento, inserendo sapientemente periodi di scarico attivo o passivo a seconda dei casi, finalmente riprendono ad avere energia, più focus mentale e conseguentemente a migliorare ulteriormente sotto tutti i punti di vista.

Come capire se è il caso di scaricare?

Semplicemente imparando ad ascoltare i feedback che ti manda il tuo corpo, perchè a volte la stanchezza non si traduce a livello fisico, ma mentale quindi diventa difficile stabilire con certezza se il problema sia l’overtraining.

Se non sei in grado di capirlo ed effettivamente stai passando un periodo in cui non sai come muoverti perché non vedi più risultati, escríbeme desde OMS e troveremo la via giusta affinché tu possa tornare performante e soddisfatta del tuo percorso di cambiamento.

estoy esperándote, a presto!

Claudia Monteleone
✨Entrenador físico✨

Deja una respuesta