You are currently viewing COME RAGGIUNGERE IL TUO OBIETTIVO CON LA TECNICA DEI PICCOLI PASSI

COME RAGGIUNGERE IL TUO OBIETTIVO CON LA TECNICA DEI PICCOLI PASSI

In questo articolo ti voglio parlare di una tecnica chiamata tecnica dei piccoli passi, ne hai mai sentito parlare?

Essa consiste nello scomporre un macro obiettivo in tanti piccoli step più semplici da raggiungere.

Viene utilizzata in generale quando si ha prefissato un obiettivo gigantesco che visto nella sua interezza pare impossibile da realizzare, al fine di evitare l’attivazione di una resistenza al cambiamento che ti porrebbe nella condizione di rinunciare sin in partenza.

Sì, perchè questo grande obiettivo solitamente coincide anche con un vero e proprio mutamento nella propria vita e ben avendo chiaro il modo con cui ottenerlo, purtroppo la maggior parte delle persone resta spiazzata dall’enorme distanza che la separa dalla partenza all’arrivo.

Innanzitutto bisogna entrare nel giusto mindset perché il più grande errore che si possa commettere è quello di avere fretta e voler tutto e subito, ma prima ti metti in testa che il cambiamento non può essere immediato, prima troverai la strada giusta per poter procedere dritta verso il suo conseguimento.

A tal proposito non posso non menzionare un processo naturalmente fisiologico  che è l’OMEOSTASI, fenomeno che si verifica in ogni essere vivente al fine di preservare un equilibrio trovato e per il quale un soggetto manifesta dunque una certa resistenza al cambiamento positivo o negativo che sia.

La resistenza scatterà in automatico soprattutto se non avverrà gradualmente e questo meccanismo è applicabile in fisiologia così come in psicologia.

Vedila come una battaglia interna che prevede di dover vincere contro sé stessi!

Ed è qui che entra in gioco la tecnica dei piccoli passi,  dove un obiettivo per essere raggiungibile deve essere piccolo e alla portata della persona, nonché definito, poichè uno troppo vago farebbe scattare immediatamente le tue resistenze.

Quindi per mettere in pratica un esempio:

Se in un anno ti poni il macro obiettivo di perdere 20 kg

E imposti un mini obiettivo di perdita settimanale del 1% del tuo peso

Questo sicuramente ti aiuterà a focalizzarti in maniera più semplice e motivarti giornalmente al conseguimento di un piccolo traguardo che passo dopo passo ti farà arrivare con meno fatica a ciò che ti sei prefissata.

Il fatidico primo passo è quello che permette di sbloccarsi ed avviare i cambiamenti  che per lungo tempo abbiamo rimandato: ci sono i passi della resilienza e della determinazione con cui superare ostacoli e momenti di sconforto, ed infine c’è la fase in cui i passi non costano più fatica, perché sono diventati abitudini.

Come ho detto poc’anzi non basta stabilire un obiettivo misurabile in termini di tempo, ma bisogna anche che esso venga definito  affinché i criteri di raggiungimento siano misurabili attraverso fatti oggettivi.

Per esempio dire:

“Entro 12 mesi voglio dimagrire” non basta a prefissarti un obiettivo chiaro e conciso che ti possa aiutare a misurarlo e monitorare gli andamenti sul breve, medio e lungo periodo.

Come nell’esempio qualche riga sopra, quantificare ciò che vogliamo raggiungere come macro obiettivo e scomporne l’ammontare negli step intermedi è di assoluta importanza per avere ben chiaro nella mente cosa dobbiamo andare a fare per mettere in atto il processo.

In questo modo ogni successo, i tanti traguardi raggiunti non faranno che aumentare la tua autostima e la fiducia in quello che stai facendo, sapendo che stai percorrendo la strada giusta.

La quotidianità è un fattore determinante perché porta in sé la determinazione e la fiducia.

Ricorda:  Il passo più difficile è il primo.

La partenza, il mettersi in moto, l’attivarsi. Il passo che ci porta fuori dai confini del mentale, dai limiti che ci suggeriscono di non fare ulteriori sforzi, dalle convenzioni sociali, dalle abitudini depotenzianti.

Compiere piccoli passi significa non rimanere in stallo.

L’arte dei piccoli passi coltiva in noi la certezza che raggiungeremo la meta!

Lascia un commento